Edit Content

About Us

We must explain to you how all seds this mistakens idea off denouncing pleasures and praising pain was born and I will give you a completed accounts off the system and expound.

Contact Us

To make Akhand Bharat a reality, we must unite diverse cultures and regions, fostering mutual respect and understanding. Together, we can build a stronger and more inclusive nation, embracing our rich heritage while embracing progress and harmony for all.

I vestiti sono giudicati ovunque, non importa come ci relazioniamo a questo. Perché l’apparizione degli altri a volte ci infastidisce così? Le psicologie hanno raccolto le opinioni degli esperti.

“Odio la modernità. Tutti sono sicuri che capiscano meglio di te, esprimeranno sicuramente la loro preziosa opinione. Non esiste una cosa del genere sulle riprese storiche “, ha lamentato un costumista familiare, che ha accettato un progetto pubblicitario, in cui tutti i personaggi sono acquirenti ordinari del supermercato Mosca 2014 del supermercato di Mosca 2014.

Al nostro desiderio di discutere l’apparizione degli altri suona più di uno spettacolo televisivo di successo. Il tono emotivo del pubblico “toglilo immediatamente” e la “frase alla moda” è supportato da valutazioni categoriche, oltraggiate, condanna repliche e opinioni. Il dramma e l’intensità delle passioni – il frutto proibito dell’etica – detengono con sicurezza la valutazione. L’esperto di moda e stile Alexander Vasiliev non è timido nelle espressioni e risponde direttamente alle domande e distribuito:

Per giudicare se gli altri sono buoni o insipidi, non solo gli esperti vengono presi. Ad esempio, non molto tempo fa un noto blogger di “mille anni” Ilya Varlamov, per niente specializzato nella moda, ha causato molte risposte ai suoi post sul tema dell’abbigliamento (http: // zyalt.Livejournal.Com/1111482.HTML). Ha ridicolizzato i passanti: per una brutta squadra e consigli distribuiti – come dovrebbero vestirsi.

Come molti di noi, il blogger considera altre persone come parte del panorama della città. Crede di avere il diritto morale di parlare su questo argomento – come criticare un altro brutto edificio. Se ci pensi, ognuno di noi ha un elenco degli elementi di abbigliamento più odiati. Qualcuno odia gli uomini nelle magliette “in una rete”, qualcuno viene raccolto da leggings leopardo. Ho una di queste “stracci rossi”: una maglietta maschile con una spalla larga, una sorta di maglietta senza maniche, spesso stringe ancora il suo proprietario, dicendo tutto per tutti il ​​busto, amicizia, amicizia con una “sedia a dondolo” o amore per gli gnocchi con birra. Sono abituato a pensare che solo un uomo vicino da 15 a 50 possa indossare una camicia del genere, maleducato e sudato. Era necessario vedere il mio stupore quando in una delle serie del progetto televisivo “One -Story America”, Vladimir Vladimirovich Pozner è apparso in questa T -Shirt.

Qual è la ragione del disgusto, la condiscendenza per una persona che è vestita inappropriata, a nostro avviso, secondo noi? “La ragione di forti emozioni, non importa, piacevole o spiacevole, sempre in noi stessi”, afferma lo psicologo, terapista dell’arte Sasha Moreno (Vienna, Austria, http: // Alexmoreno.Org/). – La parte spiacevole di noi stessi abbiamo tutti l’abitudine di vedere e notare negli altri e combatterla, ma in realtà – con noi stessi. Questa lotta può acquisire una varietà di forme: la lotta per la purezza della razza, la bellezza, per la purezza, per qualsiasi verità. Se siamo infuriati da qualcosa, altre persone sono fastidiose – significa che abbiamo un’idea, la convinzione di “come dovrebbe”, “come corretto”. Quindi tutti coloro che hanno l’impudenza di non rispettare le nostre convinzioni sulla correttezza diventano i nostri “nemici”, sui quali è necessario ionizzare, rifarli e in casi estremi distrutti. Non siamo consapevoli che la ragione della nostra “militanza” nella nostra bassa autostima, il rifiuto di noi stessi e la paura che qualsiasi altro minaccia il nostro “io”. Il modo più semplice per preservare o aumentare la tua autostima è sminuire gli altri, non come te (non come nessun segno) “”.

Tolleranza, tolleranza a se stessi e agli altri – una delle parti della libertà interiore, un segno di maturità psicologica, spiega lo psicologo. Un adulto gratuito con i confini di personalità adeguati accetta se stesso e il mondo così come sono e permette agli altri di essere se stesso e non corrisponde alle sue aspettative riguardo al bello o corretto.

L’eminente stilista di moda di Petersburg Tatyana Parfenova è anche vicina all’idea di tolleranza: “Mi sembra quella momentanea irritazione su ciò che gli altri sembrano un cattivo umore. In generale, la Bilia, come sapete, è un segno di scarsa digestione! Vivo a San Pietroburgo e la “realtà della madrepatria” è molto contenta di me. Vedo molte persone meravigliosamente vestite e spesso noto “deviazioni” dagli standard immaginari. Mi deliziano e mi ispirano. Male per criticare le persone che sono vestite “sbagliate” – sbagliate. È necessario mostrare pazienza e tolleranza alla varietà di gusti. Secondo me, non ci dovrebbe essere negatività alle manifestazioni non standard della personalità. Non c’è vecchio stile, eccessività “.

Fino a che punto siamo dalla tolleranza, il lavoro fotografico dello studente di Vancouver Rosie Lake (Rosea Lake) dimostra chiaramente: la ragazza l’ha messa sul suo blog circa un anno fa e ha ricevuto molte risposte.

Ha chiamato i giudizi una foto, che può essere tradotta come “giudizi e condanna”. Disegnando la gamba della sua amica, ha cercato di capire i confini dell’opinione pubblica su una donna direttamente correlata alla lunghezza della gonna. Dov’è il confine tra audace e provocante e quanti centimetri separano il corretto dal vecchio stile? Questa foto illustra perfettamente la ridicolità della nostra percezione. Non importa quale lunghezza la donna sceglie, sarà comunque condannata. Lungo? “Abiti come una vecchia”. Corto? “Si comporta come una prostituta”.

“C’è qualcosa da fare qui”, commenta Mikhail Lurie commentato dalla foto Deecan della facoltà di antropologia dell’Università europea di San Pietroburgo. – Se sistematizzi tutti i commenti su questa immagine nei contenuti e tieni conto di tali indicatori sociali dei loro autori come sesso, età, occupazione e paese di residenza, potresti ottenere risultati divertenti. In generale, una risposta così ampia a una replica, il cui significato generale – non importa come, le lingue malvagie troveranno quale tipo di etichetta offensiva appenderti – ti permette di scoprire con stupore quanto la femminista e la carne molto carne è ancora popolare nel mondo. Antico discorso sul brutale potere

16. Cosa sceglieresti: così da sembrare viagra generico sembri sesso con qualcun altro o vedere come faccio a sesso con qualcun altro?

degli stereotipi culturali in relazione a una donna e al suo aspetto. Se non lo avessero fatto, varrebbe rapidamente i collant e progettare collant con questa “scala di giudizi” – avrebbero chiaramente successo commerciale “.

Molti non sanno che in natura non esiste un codice di costume unificato o generalmente accettato. In altre parole, interpretiamo lo stesso aspetto in virtù dei nostri orizzonti. “I vestiti e il nostro aspetto sono il codice che usiamo per informare il resto dell’umanità, chi siamo”, afferma l’editore di moda del negozio online Topbrands.RU FEDOR ILYICHEV. – Immagina la situazione: sei una ragazza e ho appena acquistato un abito costoso da un designer d’avanguardia. Cammini lungo la strada e sembri essere una continuazione dell’esperimento di design, l’abito ti ispira a sentirti più importante in questo mondo, di successo, competente e, ovviamente, bellissimo. La sera in un incontro con gli amici si ottiene complimenti, tutti sono sorpresi dai materiali insoliti e moderni. Ora diamo un’occhiata alla situazione attraverso gli occhi dei passanti: alcuni di loro sembrano divertenti per alcuni di essi, alcuni pensano che rovini la tua figura e qualcuno può persino causare irritazione al suo aspetto non standard. Cioè, il codice che hai crittografato nel tuo outfit e che sei così orgoglioso sarà letto solo nel tuo gruppo sociale “.

D’ora in poi, nel perseguimento dell’armonia interiore, sarò interessato a “sezionare” la mia irritazione, cambiare mentalmente l’argomento in essa e vedere cosa funzionerà. Cioè, per fare l’attenzione in modo indipendente, che Vladimir Vladimirovich Pozner ha fatto con me. Dopotutto, è così piacevole sorprenderti a pensare: “Ho pensato, Gopnik, ma il professore si è rivelato essere”, “Ho pensato, un vagabondo, ma si è rivelato essere un famoso regista”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *